Skip to content

Socialismo contro scambio di mercato

7 febbraio 2011

di Ludwig Von Mises



Signore e Signori:

E’ difficile per me parlare a questo gruppo che ha già avuto così tanti eccellenti oratori e probabilmente ne avrà ancora di più in futuro. Ma non voglio spendere tempo con belle parole d’introduzione. Voglio entrare nel merito delle cose, in media res, in modo da usare il mio tempo limitato nel modo migliore possibile.

Gli esseri umani non sono solo una classe biologica — una classe di persone connesse o collegate una all’altra da fatti biologici. Gli esseri umani non sono solo parenti gli uni con gli altri; sono anche collaboratori. Non solo sono biologicamente molto imparentati; sono anche — per usare un termine che era sconosciuto solo pochi decenni fa — una classe “prasseologica”. Sono spiritualmente ed intellettualmente vicini e sono anche vicini nel modo in cui vivono e lavorano. Sono collaboratori. Collaboratori non sono solo le persone che cooperano l’una con l’altra. Sono anche persone che, prima che inizino a cooperare, pensano allo stesso modo e generano uno stato di affari che potremmo chiamare come l’unità di un gruppo o una classe.

Ci sono diversi modelli di collaborazione. Un solo modello è conosciuto dalle persone che guardano solo a come piccoli gruppi di persone collaborano l’una con l’altra. Queste persone vedono solo la collaborazioneorganizzata — la collaborazione che è portata da individui che danno direttive ad altri per seguire i loro capi. Questo sistema organizzato di collaborazione è estremamente popolare. E’ estremamente ben conosciuto, specialmente da un punto di vista politico. E’ un sistema in cui gli individui sono integrati in un modo speciale. E’ un sistema organizzato, un sistema che possiamo descrivere molto facilmente. E’ il sistema conosciuto oggi come “socialismo”.

Il socialismo è una cooperazione tra persone, ma un tipo speciale di cooperazione. C’è un individuo, o un gruppo o una classe di individui, che dà le direttive a tutti gli altri membri del gruppo per il loro intero modo di cooperare. In un sistema socialista c’è una volontà che determina tutto e tutte le persone, tutti i membri del sistema devono attenersi agli ordini ed alle disposizioni dati da un piccolo gruppo o persino da un singolo individuo che capeggia l’intera organizzazione. Nel sistema socialista più elaborato che il mondo ha conosciuto finora, in questo sistema socialista teoricamente milgiore il capo era chiamato Führer. Führer vuol dire il capo, la guida. Sotto il criterio del Führer, un uomo solo determina dove e come l’intero sistema deve funzionare. In questo sistema c’è solo una volontà che determina tutto. Non ci sono controversie. C’è solo il leader, il Führer, alla testa. Gli altri devono obbedire e seguire. …

Questo sistema è molto ben conosciuto. Può essere descritto molto bene e facilmente; ma è un sistema le cui conseguenze ed effetti sono conosciuti a molto poche persone, se non a nessuna. Sotto il criterio del Führer, sotto il tipo di collaborazione che noi chiamiamo socialismo, sotto una società organizzata o “pianificata”, sotto questo sistema, c’è una volontà centrale che determina tutto e tutte le altre persone devono seguire. Devono obbedire. Sono seguaci. Sotto tale sistema non c’è sicuramente alcuno spreco di azioni o poteri ma ciò da solo non vuol dire nulla. Vuol dire solo che dobbiamo dire che tutte le altre persone non hanno una propria volontà, nessuna possibilità, nessuna opportunità, nessun potere, per influenzare la direzione dell’intero sistema, la direzione della cooperazione e la collaborazione delle persone.

Il socialismo è un sistema meraviglioso; è meraviglioso, molto buono, eccellente, se accettiamo le idee del Führer — so solo accettiamo le idee del Führer che dirige l’intera cosa fino alla fine. Ma la cosa è diversa se vi guardiamo dal punto di vista della realtà. Nella vita reale realizziamo che questi individui, l’immensa maggioranza delle persone, sarebbe estremamente infelice se dovessero abbandonare i propri desideri, piani e volontà e dovessero solo obbedire agli ordini di altre persone. Questo sistema, un sistema che manca di libertà per tutti gli individui tranne uno, lo chiameremmo un sistema di prigionia se non fossimo rinchiusi in un errore fondamentale che è difatti la ragione fondamentale per cui così tante persone accettano le idee del socialismo e la direzione generale di tutti gli affari umani.

Le persone accettano il socialismo dal punto di vista delle loro stesse idee. Sono pienamente convinti che un sistema socialista procederà precisamente sulla via in cui loro stessi vorrebbero procedere. Sono completamente convinti che tutte le altre persone sarebbero forzate ad adattarsi a questo sistema, che ovviamente loro stessi considerano come il migliore ed il solo sistema possibile. Quando parliamo del socialismo affermiamo, se siamo a suo favore, che il sistema socialista funzionerà precisamente nel modo in cui l’individuo socialista vuole che funzioni. Affermiamo che questo sistema, questo metodo, genererà precisamente quegli effetti e quelle situazioni che questo sostenitore singolo dell’idea socialista vuole che si raggiungano.

Se affermiamo che questo sistema avrà anche il potere di determinare tutto ciò che un individuo fa riguardo a quello che comunemente vengono chiamati problemi religiosi, dobbiamo affermare che tale sistema di socialismo adotterebbe un sistema religioso specifico. Renderebbe tutti gli altri sistemi religiosi, sistemi di minoranze perseguitate.

In considerazione delle condizioni socialiste non dobbiamo mai pensare che il sistema socialista possa forzare le persone a fare le cose che considerano le peggiori tra tutte le cose possibili. Abbiamo, piuttosto, uno stato di affari che possiamo semplicemente solo qualificare come uno stato di cattivo pensiero. Le persone credono, le persone dicono: “Sono a favore del socialismo”. Potrebbero usare altri termini che sono sinonimi della parola “socialismo”, ma affermano che questo sistema di socialismo sarà precisamente il sistema che loro stessi considerano in ogni riguardo come il solo sistema buono, il solo sistema che dovrebbe esistere. Affermano che tutti gli altri sistemi, tutti gli altri metodi di fare le cose, le cose buone, le grandi cose, le nobili cose e le cose comuni di ogni giorno, sono metodi che non vogliono tollerare.

L’idea di socialismo potrebbe essere considerata da alcune persone come un’idea meravigliosa e grande. Le persone potrebbero affermare che sarebbe una cosa meravigliosa se l’intero mondo fosse dedicato, completamente dedicato, ad un solo metodo definito per funzionare, pensare e vivere e rigetterebbero tutti gli altri metodi come, diciamo, cattivi. Ma la domanda è sempre, e questa domanda non è sempre considerata sufficientemente, questo sistema sarà precisamente un sistema che posso sostenere, potrò sostenere,  potrei sostenere?

L’deale di socialismo è stato sempre connesso alla ferma convinzione che c’è solo un’unico piano possibile e quell’unico piano debba essere messo in pratica e che tutti gli altri piani per decidere degli affari debbano essere proibiti e considerati come illegali, irreali, immorali e così via. La grande popolarità di cui il socialismo gode nelle ampie sfere del mondo è dovuta al fatto che le persone credono sempre che il socialismo sosterrà, ovviamente, solo le cose giuste e non quelle cattive e che quest’ultime saranno proibite. Ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ciò che è buono e ciò che è cattivo, dovrebbe essere, ovviamente, deciso dai miei desideri, dai miei sentimenti, da quello che io ho in testa.

La grande popolarità del socialismo consiste precisamente nel fatto che le persone considerano sempre se stesse come membri di una maggioranza governante, del potere governante di un sistema socialista e mai come membri di un gruppo il cui pensiero, sentimento ed insegnamenti non sono permessi, tollerati e accettati dalla maggioranza. Inoltre quando parliamo del socialismo dimentichiamo sempre che potrebbe accadere sotto il socialismo che io non potrò far parte dei membri della maggioranza o del gruppo che, sebbene una minoranza, ha vari metodi tecnici con cui governare il mondo intero ed il potere di perseguitare tutti i dissidenti. Le persone sono completamente convinte che questo sistema sarà magnifico per me, solo per me. Non si preoccupano se sia anche magnifico per le altre persone. Così la grande popolarità di simili sistemi consiste precisamente nel fatto che le persone sono convinte che le loro idee, i loro piani ed i loro metodi sono quelli giusti e saranno i soli permessi.

Paragoniamo questo sistema di rigida monocrazia con il sistema dell’economia di mercato, il sistema del liberalismo, il sistema in cui ognuno o ogni gruppo è scelto da altre persone. Quando paragoniamo questi due sistemi, vediamo che c’è sicuramente nel sistema di mercato uno stato imperfetto di affari. Le persone quindi si chiedono, perchè così tante buone persone non dovrebbero accettare il socialismo? Ciò che queste persone non vedono è che, visto da un punto di vista di cooperazione umana, di coesistenza umana, abbiamo una sola via per causare la piena unanimità in ogni modo di pensare e agire e questa è proibire qualsiasi deviazione e perseguitare le persone che stanno deviando da ciò che è accettato da coloro che hanno il potere di forzare i dissidenti alla sottomissione. Dobbiamo, inoltre, realizzare che le condizioni umane si sarebbero sviluppate in un modo differente se ci fossero sempre state persone che avrebbero usato la forza per rendere le loro idee, i loro metodi di agire ed il loro modo di vivere unici nel mondo intero ed avrebbero proibito tutte le altre cose.

Avevamo, è vero, una scappatoia. Dobbiamo dire che potrebbe accadere che in una parte del mondo tra un gruppo di persone ci potrebbe essere un sistema e tra altre persone un altro sistema. Ciò vuol dire uno stato di affari in un mondo in cui ci sarebbero molti Stati indipendenti ed in ognuno di essi un sistema differente di rigido socialismo, di rigida determinazione da parte della classe governante che prevarrebbe su tutto. Ciò avrebbe causato un mondo di molti gruppi, probabilmente belligeranti l’uno con l’altro; si sarebbero combattuti perchè se si considerano certe cose come assolutamente necessarie, non si tollererà lo sviluppo di altre idee da parte di altri gruppi oltre i confini del proprio paese. Visto che abbiamo la civilizzazione umana, visto che abbiamo realizzato certi miglioramenti nel corso dei secoli, è dovuto al fatto che tale sistema generale che governa il mondo intero non è mai stato realizzato e mai stato accettato sebbene ci siano stati molti gruppi nel corso della storia che hanno provato a introdurre ciò.

Ci furono gruppi che pensavano che fosse il loro diritto, il loro dovere, usare il loro potere per forzare tutte le altre persone a sottomettersi. Ci furono guerre di questo tipo, guerre religiose, per esempio, in cui le persone provarono a forzare un gruppo di persone di differenti religioni a sottomettersi e ad accettare la loro religione. Ci furono centinaia e centinaia di anni di combattimenti riguardanti questi problemi. Infine al di fuori di queste battaglie e guerre emerse l’idea che le persone sono diverse e che non è assolutamente necessario avere uno stato di affari in cui tutte le altre persone siano forzate a comportarsi precisamente nel modo in cui un certo dittatore voleva che si comportassero. Si sviluppò il sistema della cooperazione in uno stato di affari in cui le persone possono cooperare perchè condividono le stesse idee. Non è necessario che le persone agiscano precisamente nello stesso modo, si comportino allo stesso modo e pensino allo stesso modo come altre persone.

Ciò di cui si necessita è quello che ha generato e quello che ha realmente dato vita alla civiltà umana così come la conosciamo. Ciò di cui si necessita è il sistema della cooperazione in quei campi in cui la cooperazione è accettata da gruppi grandi e piccoli. Come risultato abbiamo, nel corso dei secoli, avuto lo sviluppo di sistemi che si sono basati su quello che è chiamato scambio. Questo deriva dalle parole latine molto spesso usate per descrivere nel modo più semplice possibile le condizioni caratteristiche, do ut des — do in modo che tu possa dare — ovvero io do in modo da scambiare qualcosa con te. Nel corso dei secoli ciò ha generato tutte quelle condizioni che ora consideriamo come condizioni della vita civile moderna.

Possiamo dire, ovviamente, che in altre condizioni sarebbe potuta essere migliore rispetto ad un sistema d’economia di mercato. Nel sistema di scambio dei beni, prevalgono ancora molte cose non desiderabili che sarebbero scomparse se, se! un super essere umano, non limitato in alcun modo, avesse avuto il potere di organizzare e di ordinare tutti gli affari umani. Abbiamo il sistema di scambio. Questo sistema si è, nelle migliaia di anni di storia umana, sviluppato in un sistema in cui le persone che sono preparate a cooperare l’una con l’altra cooperano — un sistema in cui le persone entrano anche in un ristretto tipo di cooperazione con altri gruppi nelle cui menti prevalgono altre idee. Abbiamo un sistema in cui io posso fare qualcosa in modo da soddisfare un altro uomo da cui mi aspetto di prendere qualcosa in ritorno. Abbiamo un sistema di scambio di azioni e lo scambio dei prodotti di queste azioni, ed abbiamo questo sistema basato sullo scambio di servizi. Un uomo fornisce un servizio nell’aspettativa di ricevere un altro servizio da quelle persone a cui ha fornito il suoservizio.

Abbiamo elaborato questo sistema di scambio con l’aiuto tecnico del mezzo di scambio. Non è necessario che un uomo debba trovare un altro uomo che è esattamente in grado di dargli ciò che egli cerca per quello che egli dà all’altro uomo. E’ già sufficiente se possiamo elaborare tale sistema con l’uso del cosidetto mezzo di scambio. Quello che è stato fatto, come ognuno sa, è l’elaborazione del sistema di scambio con l’uso del mezzo di scambio. Questo sistema umano, come esiste nel mondo di oggi, consiste nel fatto che le persone stanno facendo qualcosa in modo da ricevere qualcos’altro come premio per i loro stessi servizi, per ciò che hanno fatto.

Questo sistema è stato elaborato con l’uso del mezzo di scambio. Ciò vuol dire che le persone non sono sempre volenterose a dar via o scambiare esattamente ciò che hanno prodotto con la cosa che loro stessi vogliono consumare o avere. E’ possibile usare alcuni mezzi di scambio che entrano negli scambi indiretti del gruppo. Abbiamo elaborato in questo modo un sistema completo di civiltà ed azione umana che funziona con soddisfazione.

Abbiamo il sistema d’economia monetario. Le persone stanno dicendo quanto sporco, quanto cattivo, sia fare qualcosa per qualcun altro solo perchè ci si aspetta qualcosa da lui. Ma non è così malvagio, sapete. E’ la condizione in cui la vita umana può esistere. E’ necessario in questa situazione avere alcuni mezzi di scambio perchè un uomo che vuole dare per ricevere qualcosa, non sempre ha ciò che l’altro uomo, dal quale vuole ricevere qualcosa, vorrebbe accettare come compenso. Abbiamo, di conseguenza, sviluppato un sistema di mezzo di scambio, un sistema monetario, che rende possibile per l’individuo offrire qualcosa in cambio di un’azione fatta da qualcun altro che è molto diverso da lui sotto ogni aspetto.

Nelle varie migliaia di secoli, abbiamo sviluppato un pratico sistema in cui le persone possono usare le loro diverse qualità, la loro diversa conoscenza, le loro diverse abilità e le varie cose che trovano nell’ambiente geografico, in modo da ricevere da altre persone altre cose che vogliono avere o ottenere. Abbiamo sviluppato in questo modo un sistema di mercato.

Il mercato, dicono le persone, è qualcosa di molto comune, lo sapete. Le persone chiedono: Perchè dare qualcosa ad un altro solo quando ci si aspetta di prendere qualcosa da lui? Questa potrebbe e non potrebbe essere un’obiezione stupida, ma il fatto è che ha generato lo sviluppo della civiltà umana di cui siamo così orgogliosi oggi. A causa di ciò abbiamo fatto enormi progressi contro le condizioni che esistevano negli anni passati. Possiamo dire come sia comune dare ad un altro uomo qualcosa per bere solo perchè si vuole ricevere qualcosa da lui. Non voglio dire se questo sia molto nobile o se sia comune o meno. E’ la base della nostra civiltà — lo scambio di merci e servizi. E’ stato questo scambio di merci e servizi che ha costruito la nostra civiltà così come la conosciamo. Questo sistema ha solo un’alternativa. Questa alternativa è il principio del Führer. Il Fuhrurtum, un sistema con un dittatore centrale che determina tutto punendo alcuni e ricompensando altri. Questa è la sola alternativa al nostro sistema di mercato — un sistema in cui le persone provano sempre a prendere qualcosa di meglio dando via qualcosa e ricevendo un pagamento per essa. Nel nostro sistema comune, si dovrebbe essere liberi di rendere servizi fintanto che li si possa rendere a loro volta e ricevere un premio per essi. Questo sistema di mercato che abbiamo non potrebbe essere così nobile dal punto di vista di una teorica nobiltà, ma è il sistema che ha generato tutte quelle cose che conosciamo e che abbiamo oggi. Ha avuto successo nell’eliminare molte malattie e ad occuparsi delle persone malate e di quelle che, per qualche altra ragione, erano impossibilitate a fare qualcosa. E’ un sistema in cui anche loro possono vivere e godersi la vita. Tutto ciò è dovuto al fatto che abbiamo creato questo magnifico sistema di mercato.

Abbiamo creato questo mercato mondiale che rende possibile che se qualcuno prende qualche malattia in Europa possa trovare la cura, la sola cura disponibile e conosciuta contro di essa. Questa cura è disponibile anche se potrebbe essere necessario viaggiare migliaia di miglia e stabilire molte imprese per cui la loro fondazione e costruzione potrebbe richiedere anni o anche decenni. Abbiamo stabilito questo magnifico sistema in cui, ovviamente, solo le persone che sono sane e hanno il potere di lavorare possono partecipare attivamente. Ma dobbiamo connettere questo sistema con un altro affinchè sia anche possibile dare e provvedere per coloro che non sono in una posizione in cui non possono provvedere a loro stessi.

Abbiamo inoltre un sistema in cui dobbiamo dire che il centro delle nostre attività è il do ut des, do in modo da ricevere qualcosa. In questo sistema abbiamo stabilito il mezzo di scambio per ragioni tecniche affinchè renda questi scambi possibili. Questo sistema con il suo uso di un mezzo di scambio, il denaro, richiede certe regole speciali in modo che non si perdano gli scopi che si cercano di raggiungere. Possiamo inoltre dire che migliaia e migliaia di anni fa l’umanità ha iniziato con standard di vita molto bassi, con cose molto semplici, con assoluta ignoranza di tutte le cose che consideriamo le più importanti della vita. In queste migliaia e migliaia di anni l’umanità ha sviluppato questo sistema in cui ci sono così tante cose che possono essere considerate come pienamente soddisfacenti. Tuttavia anche tenendo in vista queste cose pienamente soddisfacenti, oggi prevalgono molte cose che sono ancora molto insoddisfacenti. Ma abbiamo visto che questo sistema si è sviluppato passo dopo passo dal fatto che gli individui hanno provato a portare avanti alcuni metodi per eliminare le condizioni insoddisfacenti e perfino, in molti casi, rendere le condizioni molto insoddisfacenti meno insoddisfacenti, se non pienamente soddisfacenti.

Questo sistema è basato sul mercato. E’ basato sullo scambio nel mercato contro il mezzo di scambio. Tale mezzo di scambio è necessario in modo da portare avanti un sistema in cui le persone possono fare quelle cose che oggi consideriamo, dopo migliaia di anni di progresso, come assolutamente necessarie ed assolutamente soddisfacenti. Le persone non sono, inoltre, giustificate a gurdare dall’alto in basso queste condizioni di scambio di mercato, il denaro, il vendere cose al più alto prezzo possibile che può essere ricevuto, come se tutte queste condizioni assolutamente necessarie appartengano alle cose più basse della vita solo perchè alcune condizioni nel mondo sono insoddisfacenti. Per rendere queste condizioni più soddisfacenti sono richieste in molti casi alcune cose come l’essere egoisti — è richiesto agire in un modo in cui si prova a prendere il meglio che può essere ricevuto nei rapporti di scambio, e così via.

Non abbiamo sicuramente raggiunto uno stato d’affari ideale. Non possiamo raggiungere tale stato d’affari ideale perchè le condizioni nel mondo sono tali che gli uomini devono lavorare in modo da alimentare se stessi. Ciò potrebbe essere, diciamo, meno piacevole rispetto a godersi la vita senza alcuna necessità di lavorare. Nel sistema che abbiamo portato avanti, il mezzo di scambio, il denaro, gioca un ruolo importante. Gioca un ruolo che non può, per quello che possiamo osservare, essere sostituito da nient’altro. Inoltre non possiamo dire che le condizioni nel mondo non siano realmente soddisfacenti perchè si deve provare a mercanteggiare, si deve provare a scambiare, quello che si ha con altre cose che si vuole acquisire, e così via. Alcune persone dicono che ciò non è molto piacevole, che ciò appartiene ai più bassi strati della vita umana e delle attività umane. Non è vero.

Tutte le grandi cose che gli uomini hanno portato avanti, le arti, tutte le nobili cose che gli uomini hanno fatto, l’aiuto dato alle persone che avevano bisogno d’aiuto, l’aiuto dato alle persone che sono in cattive condizioni, tutte queste cose sarebbero impossibili se non si fosse sviluppato nel corso dei secoli un sistema di mercato in cui stiamo migliorando sempre di più i metodi di preservazione della vita umana, rendendola più pura e più soddisfacente sia da un punto di vista etico che artistico. Inoltre se stiamo contrastando le cattive condizioni del mondo con gli ideali che abbiamo nelle nostre menti su un mondo migliore, dobbiamo dire che tali paragoni non hanno alcun valore.

Ciò che ha migliorato le persone, ciò che ha dato alle persone condizioni migliori e ciò che creato tutte quelle cose che oggi consideriamo come l’orgoglio del risultato umano, non è dovuto ad alcune declamazioni, alcune chiacchiere, alcuni sogni di un mondo migliore o alcuni tentativi di realizzare un mondo milgiore con il potere delle armi. Ciò che ha generato tutte queste cose è stato il lavoro giornaliero delle persone, i tentativi delle persone di migliorare le proprie condizioni lavorando duro e facendo cose che erano sconosciute negli anni precedenti ed anche a loro stessi nei tempi precedenti. Inoltre dobbiamo dire che il sistema di mercato — il sistema di produrre qualcosa in modo da darla via, ma solo per darla via a persone dove esse stesse danno qualcosa a noi per il nostro miglioramento, questo sistema di mercato può essere considerato molto comune, ma comunque un sistema realmente necessario. Questo sistema non potrebbe essere paragonato con certe manifestazioni della vita umana nell’arte, nella religione, nella filosofia, e così via, ma è il sistema che ha migliorato tutto. E’ il sistema che ha convertito le persone, i cui antenati vivevano una vita che noi ora consideriamo estemamente insoddisfacente, in discendenti che sono continuamente impegnati nell’idea di migliorare le condizioni lavorando sempre di più, studiando le condizioni della natura sempre di più e scoprendo metodi sempre migliori per combattere tutte quelle cose che consideriamo insoddisfacenti. Questo è il giusto modo di vivere per gli uomini. Inoltre se alcune persone su questa Terra dicono che tutto è cattivo e la sola cosa soddisfacente dal punto di vista di una più alta filosofia sarebbe di ritirarsi dal compito attivo e vivere come gli anacoreti solevano vivere, la nostra risposta verso di loro è “No!”

Guardatevi intorno e dove vedrete anche il più piccolo miglioramento delle condizioni, potrete dire che questo è l’effetto delle intenzioni e del lavoro dei nostri antenati. Abbiamo solo un metodo di miglioramento delle condizioni. Ovvero fare lo stesso di come fecero loro, provare a realizzare sempre di più, migliorare le nostre condizioni sempre di più.

Grazie!

link: http://johnnycloaca.blogspot.com/2011/01/socialismo-contro-scambio-di-mercato.html

From → Mises

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: