Skip to content

L’antiberlusconismo è l’oppio del popolo

29 gennaio 2011
Il modo in cui i cittadini italiani sono bistrattati dallo Stato Italiano è precedente a Berlusconi. Il problema è la più totale mancanza neanche di liberalismo, che è un ideale astratto e verso improbabile, ma di rispetto per il cittadino, non la corruzione di un parvenu che più tempo passa più è patetico.
Gli sprechi, la burocrazia, il clientelarismo, le tasse, il debito, la spesa pubblica, la P.A. inefficiente, le assunzioni nella P.A. per comprare voti, il voto di scambio, e anche gli enti locali irresponsabili fanno parte del DNA politico del paese da quando Berlusconi era ancora alle elementari. 

Bisogna iniziare a costruire un futuro, altro che demolire Berlusconi, ma la pars costruens è faticosa e richiede idee, mentre illudersi di costruire qualcosa solo con una pars destruens fa bene alla propria coscienza ma non al Paese. Chi se la prende perché Berlusconi è patetico e non se la prende perché il fisco gli ruba quasi tutto lo stipendio ha una mentalità da servo: preferisce l’invidia per gli altri al rispetto per sé. …

Se la sinistra non vuole entrare nel XXI secolo, se la P.A. è corrotta a tutti i livelli, se il contribuente è considerato uno schiavo, se la giustizia è lenta e inefficace, se le leggi italiane sono pessime, mica è colpa di Berlusconi. L’antiberlusconismo è l’oppio del popolo, o meglio l’oppio di quella accozzaglia di nani morali e intellettuali che forma la nostra classe politica. Un paese grande (stavo per scrivere un grande paese, che illuso…) come l’Italia non può esser diventato quel tripudio di mediocrità, pusillanimità e ipocrisia che è per colpa di una sola persona, per quanto ricca e carismatica. 

Il problema politico italiano non è Berlusconi, ma la politica, l’organizzazione dello Stato, e il rapporto tra Stato e società. Di come risolvere questi problemi non si sa nulla, però in compenso si fa un gran parlare di mignotte. La cosa non mi rassicura riguardo il futuro.

L’unico buon argomento che conosco contro Berlusconi è che siccome è così bravo a fare il capro espiatorio, se se ne andasse magari qualcuno riaccenderebbe il cervello. Sempre che non si sia atrofizzato nel frattempo. Ma con una sinistra che non ha ancora iniziato a metabolizzare ciò che serve per entrar enel XXI secolo, che cosa bisogna attendersi? 

L’Italia sarebbe un Paese modello se l’unico problema fosse una cricca di lecchini senza personalità pagati da un ricco che controlla le TV, come ci si illude spesso che sia.

Attenti ai politici che prendono il viagra, perché alla fine siamo noi a prenderlo in quel posto. Ma attenti anche a chi ha il cervello in formalina e non è in grado di produrre una sola idea o una sola proposta in grado di affrontare anche un solo problema di questo paese. 

L’elettroencefalogramma piatto è una caratteristica generale di tutta la classe politica italiana: c’è chi ha la testa vuota (il PDL) e chi ce l’ha piena di scemenze (il PD). Quei pochi che si salvano da entrambe le parti sono politicamente irrilevanti, anche alleandosi tra loro, da soli non supererebbero lo sbarramento alla Camera. Cosa invece sarà questo fantomatico “terzo polo” si scoprirà nel tempo, al momento non è nulla, e spero che alla fine non dovrò preferire che fosse rimasto così.

Non esiste una soluzione semplice ai problemi del Paese, e finché non si troverà una terapia che sia sia drastica e radicale che realistica e praticabile (se questo insieme non è vuoto…) il declino continuerà.

da Ventinove Settembre

link: http://2909.splinder.com/post/23959094

From → ITALIA

One Comment
  1. Temo che si debba aspettare che l’Italia si riduca a livello Tunisia. Allora, forse, con l’intifada del pane, potrà cambiare. A tempi brevi non mi aspetto nessun cambiamento, se non un lento sprofondare nella palude.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: