Skip to content

Quanto e come l’Italia spende in istruzione.

21 settembre 2010

Giovanni Federico oggi su noiseFromAmerika ci informa (visto che la stampa italiana non ritiene opportuno approfondire l’argomento) che l’OECD ha recentemente pubblicato un volume di sintesi sulla condizione del sistema educativo dei Paese membri.

I dati si riferiscono al 2007 o al 2008 e dunque non risentono degli effetti sulla spesa dovuti alla crisi economica e, precisazione indispensabile, sono espressi in dollari correnti a parità di potere d’acquisto e quindi tengono conto del diverso livello dei prezzi. Il confronto è fatto con la Finlandia perchè il Paese con i migliori risultati nei test PISA, con la Germania per il recente consolidamento del successo del modello economico tedesco e con la media dei Paesi OECD. Altra precisazione riguarda i dati per l’università: come ribadisce l’autore dell’articolo i dati a riguardo sono poco attendibili per l’Italia per l’innaturale numero di studenti fuoricorso che caratterizza il sistema universitario italiano.

La ricerca misura l’entità dell’input dei vari Stati nel sistema educativo, e lo fa riferendosi all’indicatore della spesa per studente. Per quanto riguarda l’output del sistema educativo dobbiamo analizzare invece i risultati dei test PISA.

Estrapoliamo i dati più importanti riportati nell’articolo:

  1. Prendendo come indicatore la spesa annua per studente (l’indicatore più adeguato), è logico dedurre che ,se ogni Paese avesse la stessa tendenza a spendere nella scuola in relazione al suo Pil (cioè alla sua capacità economica), allora la spesa annua per studente dovrebbe essere proporzionale al Pil pro-capite.  Poichè il Pil pro-capite italiano era di 30.774 $, quello della Finlandia di 35.837 $, quello tedesco di 36.018 $ e quello della media OECD di 33.749 $, se l’Italia spendesse in proporzione come gli altri Paesi, ci si attenderebbe una spesa annua per studente inferiore del 14% rispetto a quella finlandese, del 15% a quella tedesca e del 9% rispetto a quella media dei Paese OECD. Quindi un eventuale rapporto tra la spesa italiana e quella di un altro Paese inferiore al valore percentuale riportato indicherebbe  la scelta di spendere di più nell’istruzione. E indovina indovinello? La spesa totale per studente per la scuola primaria e secondaria (cioè dalla prima elementare alla maturità) in Italia è di 100.903 $, di 87.013 $ in Finlandia, di 91.966 in Germania e di 94.589 $ di media OECD. Quindi non solo una spesa maggiore in proporzione, ma addirittura in valore assoluto!
  2. Il numero di insegnati in Italia è nettamente superiore alla media: 10.6 e 10.8 studenti per insegnante contro i 14.4 e 13.6 finlandesi , i 18 e 14.7 tedeschi, 16.4  e 13.7 della media OECD e i 14.6 e 12 della media EU a 19.
  3. La tabella 4 spiega come è articolata la spesa e possiamo riassumerla così: alle elementare in Italia i bambini stanno più ore a scuola rispetto sia alla media Ocse che a Germania e Finlandia, le ore di insegnamento di ogni signolo docente sono inferiori a quelle della media Ocse e della Germania (mentre superiori a quelle della Finlandia) e le classi italiana sono meno affollate.
  4. Ultimo dato: “il salario di un maestro varia da 26.074 $ all’inizio a 38.381 al top della carriera contro una media che va da 28.949 a 48.022″.

Riassumendo possiamo affermare che la spesa per l’istruzione primaria e secondaria in Italia (dati al 2008) è tra le più alte, ma che una parte molto massiccia viene utilizzata per pagare troppo poco troppi docenti, ognuno con poche ore di insegnamento.

In Italia quindi si spende troppo poco o si spende male? Alla luce dei dati dell’input e dell’output del sistema educativo italiano la risposta più che evidente.

Altre informazioni a riguardo Stefano Caviglia su Panorama Economy, Lucio Scudiero su Libertiamo.itLuca Ricolfi sulla Stampa e qui su Riecho Blog.

From → ECONOMIA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: